DECOMPRESSION GATHERING SUMMER CAMP 2018
praticando Decompressione
Visiting Artist Steve Lambert
OPEN CAMP – 25 Agosto 2018
5 pm > 10 pm
RSVP: cornioloartplatform@gmail.com
Per l’incontro conclusivo del Decompression gathering summer camp 2018, Radical Intention ospita un incontro pubblico presso Corniolo Art Platform. L’artista ospite Steve Lambert presenterà il suo lavoro, e il pubblico avrà la possibilità di incontrare gli artisti e operatori culturali partecipanti del D-CAMP 2018, Virginia Argentero, Chiara Dellerba, Guillem Arquer Gómez, Núria Inés, Ben Landau, Marcela Iriarte Villalobos e Annalisa Zegna.


Può l’atto di riunirsi in isolamento contribuire ad articolare nuove forme di apprendimento reciproco e di lavoro di gruppo? Può l’esperienza di vita comune in zone isolate avere effetto sulle relazioni sociali? Possono l’esperienza di svago e di attività quotidiane improduttive creare un processo generativo con un potenziale critico? Radical Intention affronta queste tematiche attraverso la creazione di Decompression Gathering Summer Camp, una residenza di una settimana pensata per decomprimere, vivere in comune e costruire in gruppo, che ha luogo alla fine dell’estate, prima che la vita urbana e la sua operosità riprenda.

DCAMP 2018 propone l’atto di “decompressione” come indagine sulle pratiche del lavoro: nel 1993 l’artista croato Mladen ​Stilinović ha scritto un manifesto sulla pigrizia, che afferma: “La pigrizia è l’assenza di movimento e di pensiero, appena il tempo muta – un’amnesia totale. E’ anche indifferenza, fissare il nulla, la non-attività, l’impotenza. Si tratta di pura stupidità, momenti di dolore, la concentrazione fine a sè stessa. Queste virtù della pigrizia sono fattori importanti per l’arte. Conoscere la pigrizia non è sufficiente, deve essere praticata e perfezionata.’ (Stilinović, Praise of Laziness, 1993). Con ironia, sarcasmo, intelligenza, stupidità e serietà, i partecipanti a DCAMP 2018 sono invitati a chiedersi come praticare e perfezionare la “decompressione” a partire da questo spunto.
Steve Lambert Bio

ha lavorato al fianco di artisti e attivisti in 15 paesi di 4 continenti aiutandoli ad avere impatto sui rapporti di potere effect power. Formatosi nelle arti, è noto per i progetti pubblici su larga scala che coinvolgono pubblici nuovi su argomenti difficili attraverso la scienze sociali della messa in scena, il gioco, il teatro e la partecipazione democratica. Lambert è co-fondatore e co-direttore del Centro per L’attivismo artistico, un istituto di pratica e ricerca che aiuta gli attivisti ad essere più creativi e gli artisti ad essere più significativi. Il lavoro artistico di Lambert è stato esposto a livello nazionale ed internazionale da gallerie d’arte a manifestazioni di protesta a Time Square, presentato in quattro film documentari e in oltre una dozzina di libri raccolti da musei e da “The Library of Congress”. Lambert è stato invitato alle Nazioni Unite in molteplici occasioni. Le sue ricerche sono incluse nel report delle Nazioni Unite sull’impatto della pubblicità sui diritti culturali e sono alla base di un libro sulla comprensione popolare del capitalismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + otto =