GIANCARLO BARZAGLI – WU MING 2

BASTA CHIEDERLO AI FAGGI – “GRÜNE LINIE”

un percorso di tre giorni dedicato al cammino, al racconto, alla contemplazione e alla scoperta dell’Appennino Tosco – Romagnolo

co-curato da Corniolo e DISCIPULA

“Camminare è un dialogo, non si è mai soli. Seguire un sentiero è ricordare, anche se non si sa che cosa. È aggiungere il proprio filo di vita all’intreccio di fili che compone un luogo.”
Basta Chiederlo ai Faggi di Wu Ming 2

DATE

dal 25 Settembre 28 Settembre 2019

Scadenza iscrizioni 31 Agosto 2019

Per iscriversi al workshop/residenza si prega di inviare

il CV con nome, età e contatti (non più di due pagine) a

cornioloartplatform@gmail.com

con oggetto della email “Basta Chiederlo2019″

Condizioni

Il numero massimo dei partecipanti in residenza è 10 persone, sarà possibile fare richiesta di iscrizione anche per coloro che siano interessati al cammino ma che non prevedono di alloggiare in sede.
La partecipazione alla residenza è un’esperienza comunitaria.
Si condivideranno la preparazione e la consumazione dei pasti sia quelli a sacco che quelli a Corniolo.
I partecipanti alloggeranno in ampie camere doppie e triple, l’uso dei bagni è in condivisione.
Non sono disponibili camere singole.

 

PROPOSTA

Basta chiederlo ai faggi – “Grüne Linie” è un percorso di tre giorni dedicato al cammino, al racconto, alla contemplazione e alla scoperta dell’Appennino Tosco – Romagnolo. A guidarlo saranno Giancarlo Barzagli e Wu Ming 2 autori del libro “Grüne Linie”, progetto foto-narrativo dedicato alla Valle del Rovigo e agli episodi di resistenza che vi ebbero luogo durante la seconda guerra Mondiale.

La tre giorni sarà occasione di condividere strumenti visivi e narrativi per la scoperta del paesaggiola sua storia e il suo presente. Grazie alla mappa del territorio realizzata per la pubblicazione indagheremo il concetto di astrazione e orientamento: quali complessità territoriali è in grado di tradurre una mappa? Quali frammenti di realtà sono inclusi e quali esclusi nell’astrazione grafica della restituzione cartografica?

Cosa ci insegna e racconta il contatto diretto col paesaggio percorso a piedi, dilatando il tempo della percezione? Approfondiremo la toponomastica di questi luoghi, che stabilisce un codice linguistico della comunità montana: “Una scala di dettaglio non riportata su nessuna mappa ma che risiedeva interamente nella tradizione orale di coloro che per necessità di orientamento, avevano dato un nome a questi luoghi.”

Giancarlo Barzagli e Wu Ming 2  metteranno a disposizione la conoscenza del territorio per stabilire percorsi di camminoaccompagnati da letture critiche e poetichespunti, punti di vista e punti di osservazione da cui contemplare il tema del cammino, della frontiera, del bosco come luogo di comunità e di attivismo resistente.

I partecipanti saranno invitati a sviluppare brevi narrazioni (scritte o per immagini) seguendo le suggestioni raccolte durante le passeggiate che verranno poi condivise e discusse una volta tornati in sede.

Giancarlo Barzagli: Fotografo e video-maker, da sempre interessato al racconto per immagini, affianca ai lavori commerciali progetti di ricerca nell’ambito della fotografia documentaria. Seguendo l’eco delle storie che sentiva da bambino ha percorso e fotografato le montagne dove è cresciuto alla ricerca delle tracce di avvenimenti lontani.

Wu Ming 2: Membro del collettivo di scrittori Wu Ming e autore fra gli altri de “Il sentiero degli Dei” e “Il sentiero luminoso”. Partendo dalla conoscenza della Brigata (protagonista dell’opera collettiva “Asce di guerra”) ha percorso le stesse montagne traducendo in racconto ciò che ha incontrato lungo il cammino.

Discipula è un collettivo che opera nel campo della ricerca visiva fondato da Marco Paltrinieri, Mirko Smerdel e Tommaso Tanini. LAvorando attraverso molteplici pratiche, dall’installazione alla performance a pubblicazioni e laboratori – Discipula si focalizza nell’esplorazione dell’uso e il ruolo delle immagini nei media del contemporaneo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − quattro =